top of page
DUE VIAGGIATORI IN PROCINTO DI IMBARCARSI SU UN AEREO

LA DIARREA DEL VIAGGIATORE

La diarrea del viaggiatore è una gastroenterite causata da germi che contaminano l’acqua utilizzata a scopo alimentare. È una malattia comune che colpisce molte persone durante i viaggi all'estero, soprattutto in alcune aree geografiche. Questa condizione può causare disagio significativo e compromettere l'esperienza di viaggio.

In questo articolo, esamineremo le cause, le strategie di prevenzione e le opzioni di trattamento per affrontare la diarrea del viaggiatore.

CAUSE della DIARREA del VIAGGIATORE

La diarrea del viaggiatore è principalmente causata da infezioni batteriche, virali o parassitarie contratte attraverso l'ingestione di cibi o acqua contaminati.

I batteri patogeni, come Escherichia coli enterotossigena (ETEC), Salmonella, Shigella e Campylobacter, sono tra i principali responsabili delle infezioni intestinali associate alla diarrea del viaggiatore. I virus come il norovirus e i parassiti come Giardia lamblia possono anche essere coinvolti.

FATTORI di RISCHIO della DIARREA del VIAGGIATORE

Alcuni fattori aumentano il rischio di sviluppare la diarrea del viaggiatore. Questi includono la destinazione del viaggio, in particolare le regioni con standard igienici e di sicurezza alimentare più bassi, l'assunzione di alimenti o bevande non sicuri, il consumo di cibi crudi o insufficientemente cotti, l'uso di ghiaccio ottenuto da acqua contaminata e la mancanza di igiene personale adeguata. Anche per lavarsi i denti si deve utilizzare acqua proveniente da una bottiglia sigillata.

PREVENZIONE della DIARREA del VIAGGIATORE

Prevenire la diarrea del viaggiatore è possibile adottando misure di precauzione adeguate. Ecco alcuni consigli utili:

  • Bere solo acqua in bottiglia sigillata, evitando ghiaccio o bevande preparate con acqua non sicura.

  • Lavarsi accuratamente le mani con acqua e sapone prima di mangiare o toccare cibi.

  • Evitare di consumare alimenti crudi o insufficientemente cotti, soprattutto carne, pesce e prodotti lattiero-caseari.

  • Scegliere cibi caldi che siano stati cucinati freschi e serviti immediatamente.

  • Evitare frutta o verdura sbucciata o lavata con acqua locale.

Nei pazienti immunocompromessi o con fattori di rischio specifico può essere indicata l’assunzione profilattica di rifaximina.

SINTOMI della DIARREA del VIAGGIATORE

La sintomatologia di solito esordisce a 12-72 ore dall’ingestione di acqua o cibo contaminato con la comparsa di nausea e diarrea. L’accentuazione della peristalsi intestinale può essere percepita dal paziente e associarsi a dolori crampiformi di variabile entità. La diarrea è inizialmente rappresentata da feci di consistenza sempre minore, fino a divenire acquosa. Raramente diventa sanguinolenta. Possono anche essere presenti febbre e dolori muscolari.

TRATTAMENTO della DIARREA del VIAGGIATORE

Sebbene la diarrea del viaggiatore possa essere fastidiosa, nella maggior parte dei casi scompare spontaneamente entro pochi giorni. Tuttavia, alcune misure possono alleviare i sintomi e accelerare il recupero:

  • Rimanere adeguatamente idratati bevendo liquidi come acqua, bevande elettrolitiche o soluzioni di reidratazione orale.

  • Evitare cibi piccanti, grassi o difficili da digerire fino a quando la diarrea non si è risolta.

  • Assumere farmaci antidiarroici come la loperamide per ridurre la frequenza delle evacuazioni.

  • In alcuni casi, il medico può prescrivere antibiotici (Ciprofloxacina o Levofloxacina negli adulti, Azitromicina nei bambini) se la diarrea è grave o è causata da un'infezione batterica specifica.

  • Nei pazienti anziani o gravemente disidratati può rendersi necessario il ricovero al fine di reintegrare le perdite di liquidi.

In conclusione, la diarrea del viaggiatore può essere un inconveniente spiacevole durante un viaggio, ma con le giuste precauzioni e una corretta gestione dei sintomi, è possibile affrontarla efficacemente.

La prevenzione rimane la strategia migliore, evitando l'ingestione di alimenti o bevande non sicuri e adottando pratiche di igiene appropriate, come lavarsi le mani prima di consumare i pasti.

In caso di persistenza dei sintomi o di condizioni gravi, è consigliabile consultare un medico per una valutazione e un trattamento adeguati.

Ricordate sempre che un viaggio sicuro e salutare richiede una buona pianificazione e una consapevolezza delle potenziali minacce per la salute.

LINK UTILE

Viaggiare in modo responsabile, evitando rischi inutili, è facile, se si seguono le giuste misure preventive.

In previsione di un viaggio all'estero è sempre opportuno consultare la pagina sulla salute del nostro Ministero degli Esteri all'indirizzo: 

https://www.viaggiaresicuri.it/approfondimenti-insights/saluteinviaggio

Un ponte sul mare nella nebbia
Immagine del Dott. Daffinà, istruzioni per prenotare una visita
bottom of page