top of page
Immagine schematic piccolo intestino e stomaco

Comprendere il Morbo di Crohn

Una Guida per i Pazienti

Il Morbo di Crohn è una delle due principali forme di Malattie Infiammatorie Intestinali (MICI), insieme alla Rettocolite Ulcerosa. Queste malattie sono caratterizzate da infiammazioni croniche dell'intestino di origine sconosciuta. In questo articolo, esploreremo in dettaglio il Morbo di Crohn, concentrandoci sulla diagnosi, i sintomi, le opzioni di trattamento e le prospettive future.

Cos'è il Morbo di Crohn?

Il Morbo di Crohn è una condizione infiammatoria cronica che può interessare qualsiasi parte del tubo digerente, dalla bocca all'ano. Tuttavia, è più comune nell'intestino tenue distale e nel colon prossimale. A differenza della colite ulcerosa, un'altra forma di MICI, l'infiammazione nel Morbo di Crohn è spesso discontinua lungo l'asse longitudinale dell'intestino. Questo significa che alcune aree dell'intestino possono essere infiammate, mentre altre restano normali.

Sintomi e Complicanze

I sintomi del Morbo di Crohn possono variare ampiamente da persona a persona e dipendono dalla sede e dalla gravità dell'infiammazione. I sintomi comuni includono:

  • Diarrea persistente

  • Dolore addominale, spesso dopo i pasti

  • Perdita di peso involontaria

  • Affaticamento

  • Infiammazione articolare

  • Manifestazioni cutanee ed oculari

 

Le complicanze frequenti del Morbo di Crohn includono le stenosi intestinali (restringimenti del lume dell'intestino che ostacola o impedisce il passaggio del contenuto intestinale) e fistole (anomale comunicazioni tra tratti diversi dell'intestino o fra l'intestino ed altri organi cavi intra-addominali o la parete addominale).

Queste complicanze possono richiedere interventi chirurgici.

​Fattori di Rischio e Cause

La causa esatta del Morbo di Crohn rimane sconosciuta, ma alcuni fattori di rischio sono stati identificati.

La familiarità è uno dei principali fattori di rischio, con una maggiore incidenza tra i parenti di primo grado dei pazienti affetti.

Tuttavia, anche i fattori ambientali giocano un ruolo significativo nell'espressione della malattia, poiché l'incidenza del Morbo di Crohn è aumentata notevolmente negli ultimi decenni.

Fumo e Altri Fattori di Rischio

Il fumo è un importante fattore di rischio per il Morbo di Crohn che ha una maggiore prevalenza tra i fumatori.

Il fumo può aumentare il rischio di recidiva dopo l'intervento chirurgico e influenzare la permeabilità intestinale.

Altri fattori di rischio possono includere l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (Fans).

L'allattamento al seno sembra avere un effetto protettivo.

Diagnosi e Trattamento

La diagnosi del Morbo di Crohn si basa su una combinazione di esami di laboratorio, indagini endoscopiche e radiologiche. Questi includono esami istologici, esami del sangue per valutare i marcatori infiammatori e test radiologici come la tomografia computerizzata (TC) per valutare l'ispessimento della parete intestinale.

La gestione del Morbo di Crohn è principalmente mirata a mantenere la malattia in remissione e a gestire i sintomi. I trattamenti possono includere farmaci come la sulfasalazina, la mesalazina, gli antibiotici, il cortisone e farmaci immunosoppressori. Inoltre, i farmaci biologici hanno dimostrato di essere efficaci nel mantenere la remissione.

Prospettive Future

La ricerca sul Morbo di Crohn è in corso, con un focus crescente sullo sviluppo di terapie biologiche mirate. Queste terapie hanno dimostrato di migliorare la qualità di vita dei pazienti e di ridurre le riacutizzazioni.

In conclusione, il Morbo di Crohn è una malattia complessa che richiede una gestione attenta. Una diagnosi precoce e un trattamento adeguato possono aiutare i pazienti a condurre una vita normale. Consultate sempre il vostro medico per una valutazione accurata e per discutere le opzioni di trattamento più adatte al vostro caso specifico.

Un ponte sul mare nella nebbia
Immagine del Dott. Daffinà, istruzioni per prenotare una visita
bottom of page